L’EFFICACIA DI UNA CONVERSAZIONE SECONDO L’USO DI DIVERSI STILI COMUNICATIVI

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Massiani, Didier Paul it_IT
dc.contributor.author Putoto, Beatrice <1992> it_IT
dc.date.accessioned 2016-06-15 it_IT
dc.date.accessioned 2016-10-07T07:58:41Z
dc.date.available 2016-10-07T07:58:41Z
dc.date.issued 2016-06-30 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/8667
dc.description.abstract E’ evidente che un’argomentazione sostenuta all’interno di una conversazione, di un dibattito politico o di un comune pubblic speaking, diventa valida e viene positivamente condivisa, quando chi la espone utilizza degli stili comunicativi convincenti e tecnicamente persuasivi. Se l’obbiettivo di una conversazione efficace è quello di raggiungere il destinatario e convincerlo su quanto si parla, allora l’interlocutore deve essere consapevole che per arrivare a tale scopo è necessario attuare una comunicazione precisa, con un linguaggio specifico e un tono di voce adeguato a quanto si vuole esporre, oltre ad avere un atteggiamento strategicamente mirato all’ascolto. Tutto ciò potrebbe risultare banalmente scontato e semplicisticamente ovvio, ma attuare queste accortezze e studiarle ex ante potrebbe essere la chiave strategica per attrare l’ascolto del pubblico a sé e al tema che ad esso viene comunicato. Par. 2 In questo elaborato andrò ad analizzare, internamente a diversi contesti, quali sono i principali stili comunicativi esistenti e come essi influenzano diversamente un pubblico di ascoltatori. La questione alla quale cercheremo di far fronte è: ”come diversi stili comunicativi che adottiamo internamente ad una conversazione influenzano l’argomentazione sostenuta, facendola arrivare efficacemente al pubblico d’ascolto”? Se pensiamo che ogni azione da noi compiuta sia frutto di una valutazione del tutto personale e soggettiva, dobbiamo sapere che ci sbagliamo. Infatti siamo notevolmente influenzati da quanti ci stanno attorno e quotidianamente ci interpellano all’ascolto. A seconda di come questi si rivolgono a noi, specialmente se sono soggetti di importanza personale o sociale, noi compiano azioni direttamente legate a quanto abbiamo da essi ascoltato e assimilato nei nostri pensieri ricettori, confermando quanto detto o smentendolo con comportamenti di dissenso. it_IT
dc.language.iso it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Beatrice Putoto, 2016 it_IT
dc.title L’EFFICACIA DI UNA CONVERSAZIONE SECONDO L’USO DI DIVERSI STILI COMUNICATIVI it_IT
dc.title.alternative it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Marketing e comunicazione it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Dipartimento di Management it_IT
dc.description.academicyear 2015/2016, sessione estiva it_IT
dc.rights.accessrights openAccess it_IT
dc.thesis.matricno 837542 it_IT
dc.subject.miur it_IT
dc.description.note it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.date.embargoend it_IT
dc.provenance.upload Beatrice Putoto (837542@stud.unive.it), 2016-06-15 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Didier Paul Massiani (j.massiani@unive.it), 2016-06-27 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record