Propensione al consumo di cibo italiano in Giappone: Un’ analisi dei segmenti di consumatori di caffè, vino e gelato in Giappone

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Heinrich, Patrick it_IT
dc.contributor.author Pascerini, Giulia <1989> it_IT
dc.date.accessioned 2016-06-14 it_IT
dc.date.accessioned 2016-10-07T07:52:36Z
dc.date.available 2016-10-07T07:52:36Z
dc.date.issued 2016-07-04 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/8502
dc.description.abstract Il boom italiano in Giappone ha radici profonde e si può notare un sempre maggiore interesse da parte dei giapponesi verso la cultura italiana, la lingua e la sua Cultura. Tra tutti gli ambiti forse quello dell’amore per il “buon cibo italiano” è quello che più anima intensi rapporti commerciali non solo italiani verso il Giappone. Soprattutto in tempi recenti, l’attenzione di questo paese verso il cibo italiano sta subendo un cambiamento: è sempre più apprezzato il prodotto tipico e di qualità, ricercato nonostante il prezzo, simbolo di un’Italia che ha imparato a distinguersi dagli altri paesi per prodotti Dop e per il Made in Italy. In questo scenario molte aziende italiane della Food Industry si approcciano al mercato nipponico trasmettendo questi valori e cercando di attirare da una parte una fascia di consumatori sempre più attenta alla qualità, al vino pregiato piuttosto che al salume stagionato, mantenendo però l’immagine del cibo italiano come alla portata di tutti. La mia analisi si propone di individuare i gruppi sociali che più consumano questi tre prodotti cercando di strutturare questa propensione al consumo in un modello. Nello specifico, individua tre prodotti campione (caffè, vino, gelato) interessanti perché sono caratterizzate da diverse fasce di consumatori in Italia, con l’obbiettivo di verificare quanto queste tendenze si mantengano in Giappone. Attraverso una prima analisi dello schema di Pierre Bourdieu sulle classi sociali legate ai consumi e su come queste siano applicabili o meno al Giappone di oggi, l’intento è quello di associare ai tre prodotti italiani una o più gruppi di consumatori. La metodologia di analisi si divide in due parti. In una fase iniziale si cercherà di prevedere le tendenze al consumo per i tre prodotti basandosi su articoli di giornale e letteratura di settore, mentre in una seconda parte andremo a vedere se queste previsioni vengano o meno confermate dalla raccolta di dati sul campo sotto forma di questionario. Il problema della metodologia da applicare nella stesura del questionario non è da poco: come applicare le distinzioni in classi di Bourdieu a una cultura come quella giapponese? Come muoversi per valutare l’immagine del cibo italiano senza ricadere negli stereotipi classici? Questa indagine cerca di far luce sull’immagine del cibo italiano percepita dai giapponesi per capire meglio quanto questa sia legata all’azione delle aziende di settore e della ristorazione di oggi. Allo stesso tempo ci si chiede come si muovano le aziende per trasmettere l’italianità, soprattutto vista la concorrenza delle grandi catene giapponesi e americane, attraverso alcuni esempi di posizionamento nel mercato di aziende di origine italiana legate a caffè, vino e gelato, e come il loro approccio sia vincente o meno in un mercato in continuo mutamento come quello Giapponese. it_IT
dc.language.iso it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Giulia Pascerini, 2016 it_IT
dc.title Propensione al consumo di cibo italiano in Giappone: Un’ analisi dei segmenti di consumatori di caffè, vino e gelato in Giappone it_IT
dc.title.alternative it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Lingue e istituzioni economiche e giuridiche dell’asia e dell’africa mediterranea it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Scuola in Studi Asiatici e Gestione Aziendale it_IT
dc.description.academicyear 2015/2016, sessione estiva it_IT
dc.rights.accessrights openAccess it_IT
dc.thesis.matricno 849067 it_IT
dc.subject.miur it_IT
dc.description.note it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.subject.language GIAPPONESE it_IT
dc.date.embargoend it_IT
dc.provenance.upload Giulia Pascerini (849067@stud.unive.it), 2016-06-14 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Patrick Heinrich (patrick.heinrich@unive.it), 2016-06-27 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record