Il teatro cinese d'avanguardia. Proposta di traduzione dell’opera Pensieri Profani di Meng Jinghui.

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Pesaro, Nicoletta it_IT
dc.contributor.author Cosola, Giulia Andrea <1989> it_IT
dc.date.accessioned 2014-10-07 it_IT
dc.date.accessioned 2014-12-13T10:10:14Z
dc.date.available 2016-05-20T11:20:40Z
dc.date.issued 2014-10-24 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/5081
dc.description.abstract Il regista contemporaneo Meng Jinghui si è distinto nel panorama del teatro cinese d’avanguardia per il suo stile provocatorio e la sua necessità di rompere gli schemi tradizionali e ha portato un cambiamento sostanziale nel controverso ambiente teatrale cinese. In particolar modo, nella sua opera dl 1993 Si fan 思凡 (Pensieri Profani) Meng Jinghui utilizza la tecnica dell’intertestualità, mescolando un’opera anonima di epoca Ming (1368 - 1644), intitolata "La Brama dei Piaceri Terrestri: I due che discesero dalla montagna", con due novelle tratte dal "Decameron" di Giovanni Boccaccio (1353), adattando le due opere per una nuova performance breve. Questa tesi ha lo scopo di proporre una traduzione di Si fan 思凡 e di un articolo di critica sul concetto di intertestualità applicata all’ opera di Meng Jinghui. Nel primo capitolo viene presentata un’introduzione sul teatro d’avanguardia in Cina, seguita da una presentazione dell’autore a livello biografico e stilistico. Inoltre, si prenderanno in esame le caratteristiche generali di Si fan, compreso l’aspetto dell’intertestualità. Nel secondo capitolo sono proposti i testi tradotti di Si fan e dell’articolo di critica scritto da Wang Sidan sulla pubblicazione Wenjiao ziliao (Materiali Culturali ed Educativi)” edita dalla Nanjing Normal University. Il terzo capitolo si compone di un commento riguardante la descrizione delle tecniche di traduzione applicate e un’analisi dei problemi riscontrati durante il processo di traduzione. it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Giulia Andrea Cosola, 2014 it_IT
dc.title Il teatro cinese d'avanguardia. Proposta di traduzione dell’opera Pensieri Profani di Meng Jinghui. it_IT
dc.title.alternative Traduzione di Si fan - Pensieri Profani it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Interpretariato e traduzione editoriale, settoriale it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Centro Interdipartimentale "Scuola Interdipartimentale in Economia, Lingue e Imprenditorialità per gli Scambi Internazionali" it_IT
dc.description.academicyear 2013/2014, sessione autunnale it_IT
dc.rights.accessrights openAccess it_IT
dc.thesis.matricno 842450 it_IT
dc.subject.miur L-OR/21 LINGUE E LETTERATURE DELLA CINA E DELL'ASIA SUD-ORIENTALE it_IT
dc.description.note La presente tesi propone la traduzione dell'opera Si fan (Pensieri Profani) scritta nel 1993 dal regista pechinese Meng Jinghui, e il relativo commento traduttologico corredato di esempi. it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.provenance.upload Giulia Andrea Cosola (842450@stud.unive.it), 2014-10-07 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Nicoletta Pesaro (xiaopei@unive.it), 2014-10-20 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record