Fac(e)ing reality. Quando sguardo umano e non-umano si incontrano: visioni artistiche e macchiniche a confronto.

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Baldacci, Cristina it_IT
dc.contributor.author Porta, Federica <1995> it_IT
dc.date.accessioned 2020-02-16 it_IT
dc.date.accessioned 2020-06-16T06:39:30Z
dc.date.available 2020-06-16T06:39:30Z
dc.date.issued 2020-03-16 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/16865
dc.description.abstract Il mio lavoro di ricerca intende indagare come le nuove forme di visualizzazione contemporanea, tra cui spiccano le cosiddette machine vision o machine readble images ( ‘tecniche di visione algoritmiche’), ovvero l’insieme di tecnologie e operazioni finalizzate ad estrarre in modo automatico delle informazioni da immagini e fotografie, abbiano non solo contribuito a ridefinire le coordinate del visibile contemporaneo, ovvero di ciò che può essere visto all’interno di una cultura data, ma come, a pari passo con il progresso tecnologico, abbiano sempre più pregnanza ed influenza sulla nostra vita quotidiana, con importanti implicazioni di stampo politico, legale, economico e culturale. Con l’avvento di queste nuove tecnologie, infatti, nell’ultima decade la cultura visuale ha cambiato forma, staccandosi e rendendosi indipendente dall’occhio umano e diventando, così, per larga parte invisibile. La cultura visuale umana è diventata un’eccezione alla regola: la travolgente maggioranza delle immagini, ridotte oramai a pacchetti di dati, sono fatte dalle macchine per altre macchine, e lo sguardo umano rientra solo raramente in questo circuito. L’avvento della visione machine-to-machine è stato a malapena notato e scarsamente compreso. Tuttavia, una serie di artisti contemporanei, tra cui Adam Harvey o Zach Blas, sensibili a questo tipo di rovesciamento, hanno iniziato una serie di ricerche al fine di sfuggire a questo vicolo cieco, cercando, attraverso diverse strategie, di sabotare il controllo sempre più stretto e profondo che ne è inevitabilmente derivato.  it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Federica Porta, 2020 it_IT
dc.title Fac(e)ing reality. Quando sguardo umano e non-umano si incontrano: visioni artistiche e macchiniche a confronto. it_IT
dc.title.alternative Fac(e)ing reality. Quando sguardo umano e non umano si incontrano: visioni artistiche e macchiniche a confronto. it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Economia e gestione delle arti e delle attività culturali it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Scuola in Conservazione e Produzione dei Beni Culturali it_IT
dc.description.academicyear 2018/2019, sessione straordinaria it_IT
dc.rights.accessrights openAccess it_IT
dc.thesis.matricno 871953 it_IT
dc.subject.miur L-ART/06 CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE it_IT
dc.description.note Correlatore: Prof. Antonio Somaini it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.date.embargoend it_IT
dc.provenance.upload Federica Porta (871953@stud.unive.it), 2020-02-16 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Cristina Baldacci (cristina.baldacci@unive.it), 2020-03-02 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record