Disabilità comunicativa e sviluppo linguistico atipico: analisi delle abilità di comprensione di un caso clinico con disprassia verbale e difficoltà associate

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Cardinaletti, Anna it_IT
dc.contributor.author Giotto, Marta <1993> it_IT
dc.date.accessioned 2019-10-07 it_IT
dc.date.accessioned 2020-05-08T04:32:26Z
dc.date.available 2020-05-08T04:32:26Z
dc.date.issued 2019-11-05 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/15727
dc.description.abstract Questo studio presenta un caso clinico con un quadro particolarmente complesso dove diversi fattori che tipicamente co-occorrono per un processo d’acquisizione tipica risultano assenti o compromessi. In situazioni tipiche, in cui si riscontra un’integrità anatomica e funzionale dell’apparato uditivo e dell’apparato fonoarticolatorio, un normale sviluppo delle facoltà intellettive, un ambiente ricco di stimoli linguistici e l’assenza di altre difficoltà, la facoltà del linguaggio ha uno sviluppo normale e il processo di acquisizione avviene in modo innato, rapido, spontaneo, apparentemente senza sforzo. Questo non si verifica nel caso di acquisizione atipica presentato in questa tesi. Lo studio indaga lo sviluppo linguistico di una bambina adottata di 10;10 anni con disprassia verbale e altre difficoltà di medio-grave identità tali da compromettere il linguaggio in modo severo. La compromissione maggiore si evidenzia a livello espressivo, infatti la produzione orale risulta gravemente compromessa e, per ovviare a questa difficoltà, la bambina si esprime in lingua dei segni italiana (LIS). Al fine di delineare un profilo linguistico dettagliato e di definire la sua competenza in lingua italiana, si è dunque scelto di concentrare l’indagine sul livello di comprensione posseduto dalla bambina. Sono stati somministrati differenti test per analizzare le abilità di comprensione in tutte le sue componenti, si sono utilizzati test standardizzati per analizzare la componente lessicale (PPVT-R; Stella, Pizzioli e Tressoldi, 2000), la componente morfosintattica (TCGB e TROG-2; Chilosi e Cipriani, 1995; Bishop, 2009) e la componente narrativa (TOR;Levorato e Roch, 2007) e alcuni test sperimentali per valutare la comprensione di strutture sintattiche complesse, il test di comprensione delle frasi passive (Verin, 2010) e il test di comprensione di frasi relative (Volpato, 2010). it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Marta Giotto, 2019 it_IT
dc.title Disabilità comunicativa e sviluppo linguistico atipico: analisi delle abilità di comprensione di un caso clinico con disprassia verbale e difficoltà associate it_IT
dc.title.alternative Disabilità comunicativa e sviluppo linguistico atipico: analisi delle abilità di comprensione di un caso clinico con disprassia verbale e difficoltà associate it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Scienze del linguaggio it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati it_IT
dc.description.academicyear 2018/2019, sessione autunnale it_IT
dc.rights.accessrights openAccess it_IT
dc.thesis.matricno 841721 it_IT
dc.subject.miur L-LIN/01 GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA it_IT
dc.description.note it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.subject.language FRANCESE it_IT
dc.date.embargoend it_IT
dc.provenance.upload Marta Giotto (841721@stud.unive.it), 2019-10-07 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Anna Cardinaletti (cardin@unive.it), 2019-10-21 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record