Oltre la cultura: nuove prospettive interculturali nel rapporto di fiducia tra assistente sociale e utente.

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Sinigaglia, Marilena it_IT
dc.contributor.author Michieli, Alessia <1993> it_IT
dc.date.accessioned 2018-02-19 it_IT
dc.date.accessioned 2018-06-22T08:47:58Z
dc.date.issued 2018-03-08 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/12712
dc.description.abstract Il presente elaborato si focalizza sul tema dell’immigrazione e la sua stretta relazione con il servizio sociale. L’interrogativo di fondo concerne la qualità dell’integrazione degli immigrati in Italia, in cui riveste un ruolo chiave fondamentale la figura dell’assistente sociale. Infatti, mai come negli ultimi anni, tale professione é stata coinvolta nella gestione dell’immigrazione, che, nei fatti, si traduce nella capacità dell’operatore sociale di fornire all’utenza straniera un adeguato accesso al welfare italiano e un efficace ricorso ai servizi sociali, evitando prassi pregiudizievoli e atteggiamenti discriminatori. Inoltre, rappresenta un’occasione di ripensamento delle conoscenze, delle competenze e delle strategie che l’assistente sociale adopera per stabilire con l’utenza straniera un rapporto di fiducia, indispensabile per creare un progetto di aiuto autentico, che riconosca e valorizzi la diversità culturale. Il primo passo in questa direzione é stato quello di analizzare la relazione triangolare tra globalizzazione, immigrazione e servizio sociale, dove emerge in modo preponderante le potenzialità della dimensione locale nel fronteggiamento delle problematiche sociali, come esclusione, emarginazione, povertà, che fenomeni di matrice globale determinano sul singolo. Oltre all’esposizione del processo migratorio in Italia e la corrispondente mutazione dei servizi sociali rispetto a questo fenomeno, contestualizzandolo anche rispetto all’ideologia e alle attuali politiche restrittive europee, l’attenzione si focalizza sulla dinamica relazionale che si crea tra assistente sociale e utente immigrato nel quotidiano lavoro di front office e, in particolare, sulla centralità della traiettoria interculturale. Successivamente, il campo di analisi prende in considerazioni anche la dimensione operativa e, attraverso lo strumento dell’intervista, da voce ai principali attori di questo studio, per mettere in luce le aspettative, le incertezze, le esigenze che i professionisti e gli utenti immigrati presentano tra incomprensioni e contaminazioni culturali. it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Alessia Michieli, 2018 it_IT
dc.title Oltre la cultura: nuove prospettive interculturali nel rapporto di fiducia tra assistente sociale e utente. it_IT
dc.title.alternative Oltre la cultura: nuove prospettive interculturali nel rapporto di fiducia tra assistente sociale e utente it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Lavoro, cittadinanza sociale, interculturalità it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Scuola in Servizio Sociale e Politiche Pubbliche it_IT
dc.description.academicyear 2016/2017, sessione straordinaria it_IT
dc.rights.accessrights closedAccess it_IT
dc.thesis.matricno 841312 it_IT
dc.subject.miur SPS/08 SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI it_IT
dc.description.note it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.date.embargoend 10000-01-01
dc.provenance.upload Alessia Michieli (841312@stud.unive.it), 2018-02-19 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Marilena Sinigaglia (marilena.sinigaglia@unive.it), 2018-03-05 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record