Il paradiso errante. La sede originaria dell’umanità tra racconto biblico e ideologie razziali nella storiografia illuminista e ottocentesca.

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Milano, Lucio it_IT
dc.contributor.author De Zotti, Stefano <1974> it_IT
dc.date.accessioned 2018-02-19 it_IT
dc.date.accessioned 2018-06-22T08:39:50Z
dc.date.available 2018-06-22T08:39:50Z
dc.date.issued 2018-03-21 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/11983
dc.description.abstract L'Illuminismo cambiò in maniera radicale il modo in cui era vista la Bibbia, da testo essenzialmente teologico a strumento storico-culturale. I progressi della scienza in tutti i campi del sapere, dalla storia all’archeologia, dalla filologia alla geografia, incluse le relazioni di viaggio, stavano rapidamente ampliando e delineando i confini del mondo conosciuto e, di conseguenza, anche quelli della geografia sacra. L’origine dell’umanità così come raccontata nella Genesi stava iniziando a crollare sotto il peso delle nuove testimonianze che andavano accumulandosi; idiomi e civiltà prima sconosciuti contribuirono a costruire un nuovo racconto delle origini umane e nuovi rapporti di discendenza e interrelazione. Si assistette così a un allontanamento non solo simbolico, ma anche geografico dal centro gravitazionale ebraico. Tuttavia, nella ricerca della nuova sede primordiale dell’umanità, ciò che era familiare determinerà in larga misura l’aspetto del nuovo. Le nuove discipline nasceranno infatti condizionate da un imprinting biblico, nello specifico da una tradizione monogenista che riguardava la natura dell’uomo, le origini della lingua e il popolamento del mondo. it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Stefano De Zotti, 2018 it_IT
dc.title Il paradiso errante. La sede originaria dell’umanità tra racconto biblico e ideologie razziali nella storiografia illuminista e ottocentesca. it_IT
dc.title.alternative Il paradiso errante. La sede originaria dell’umanità tra racconto biblico e ideologie razziali nella storiografia illuminista e ottocentesca. it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Conservazione dei beni culturali it_IT
dc.degree.level Laurea vecchio ordinamento (ante DM 509/99) it_IT
dc.degree.grantor Scuola in Conservazione e Produzione dei Beni Culturali it_IT
dc.description.academicyear 2016/2017, sessione straordinaria it_IT
dc.rights.accessrights openAccess it_IT
dc.thesis.matricno 768316 it_IT
dc.subject.miur L-OR/01 STORIA DEL VICINO ORIENTE ANTICO it_IT
dc.description.note it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.date.embargoend it_IT
dc.provenance.upload Stefano De Zotti (768316@stud.unive.it), 2018-02-19 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Lucio Milano (l_milano@unive.it), 2018-03-05 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record