Il Lean Thinking ed il PDCA in R&D: il caso di CAREL INDUSTRIES S.p.A.

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Cabigiosu, Anna it_IT
dc.contributor.author Ortile, Deborah <1992> it_IT
dc.date.accessioned 2017-10-07 it_IT
dc.date.accessioned 2018-04-17T13:34:19Z
dc.date.issued 2017-10-31 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/11511
dc.description.abstract I due aspetti fondamentali del Lean Thinking sono il miglioramento continuo ed il rispetto per le persone. Il primo aspetto si realizza attraverso il PDCA (Plan, Do, Check, Act), un metodo scientifico di problem solving, utilizzabile per eliminare i problemi in cui le persone si imbattono ricorrentemente e che non permettono il raggiungimento di un determinato obiettivo. Tale metodo è stato utilizzato in CAREL INDUSTRIES S.p.A. per migliorare l'efficienza in Sviluppo Prodotto, un'area su cui l'Azienda investe molto e dalla quale ha iniziato ad applicare la filosofia Lean. L’azienda presenta una struttura matriciale con Centri Di Competenza (ex funzioni) che affiancano i team di progetto. Quest'ultimi, formati da un numero ridotto di persone multifunzionali proveniente dalle diverse aree aziendali, hanno lo scopo di creare un prodotto o servizio per il cliente. I Centri Di Competenza (CDC), invece, forniscono un supporto a tali team, approfondendo la specializzazione delle persone nel proprio ambito di competenza. All’interno di ogni CDC ci sono i Gruppi Di Competenza (GDC), i quali adottano il processo di PDCA che ha l'obiettivo di creare una struttura organizzativa in grado di individuare e risolvere autonomamente gli sprechi nel Processo di Sviluppo Prodotto, utilizzando un approccio scientifico e lavorando in team interfunzionali. Per monitorare l'implementazione del processo, all'interno di ciascun GDC, si utilizzano i KPI di “Process” e “Saving”. In questo studio si è approfondito, attraverso un questionario e delle interviste, ciò che i KPI esprimono, raccogliendo l'opinione diretta degli attori del PDCA. Si è voluto catturare, inoltre, eventuali punti di miglioramento, analizzarne le cause ed illustrare le contromisure che il Lean Development Office attuerà in futuro. Dall’analisi è emerso che in R&D si deve lavorare molto sui processi e sulle persone, fautrici del successo del PDCA e motore per poter espanderlo anche ad altre aree aziendali, per trarne un maggiore beneficio complessivo. it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Deborah Ortile, 2017 it_IT
dc.title Il Lean Thinking ed il PDCA in R&D: il caso di CAREL INDUSTRIES S.p.A. it_IT
dc.title.alternative Il Lean Thinking ed il PDCA in R&D: il caso di CAREL INDUSTRIES S.p.A. it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Economia e gestione delle aziende it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Dipartimento di Management it_IT
dc.description.academicyear 2016/2017, sessione autunnale it_IT
dc.rights.accessrights closedAccess it_IT
dc.thesis.matricno 855581 it_IT
dc.subject.miur SECS-P/08 ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE it_IT
dc.description.note it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.date.embargoend 10000-01-01
dc.provenance.upload Deborah Ortile (855581@stud.unive.it), 2017-10-07 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Anna Cabigiosu (anna.cabigiosu@unive.it), 2017-10-23 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record