Metodi Innovativi per il credit rating

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Basso, Antonella it_IT
dc.contributor.author Facchin, Giovanni <1993> it_IT
dc.date.accessioned 2020-02-16 it_IT
dc.date.accessioned 2020-06-16T06:52:24Z
dc.date.available 2020-06-16T06:52:24Z
dc.date.issued 2020-03-09 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/16998
dc.description.abstract Ci si è chiesti come le banche concedono il credito e quali siano le determinanti per erogare un finanziamento. A tale fine si è posto l’accento sui modelli per il credit scoring che si avvalgono di una procedura automatizzata delle informazioni del cliente, assegnandogli uno score che riflette la sua affidabilità creditizia. Tali sistemi vengono usati negli affidamenti retail, corporate e small business. La maggior parte di essi usano variabili o criteri finanziari che possono essere raggruppati in 5 categorie( solvibilità a breve e lungo termine, utilizzazione, profittabilità, leva finanziaria e performance). Vengono prese in considerazione le tecniche classiche e innovative del credit scoring e si pone particolare accento ai modelli di riferimento(modello logit basato sulla distribuzione logistica, l’analisi discriminante e l’approccio multicriteriale). Un accenno generale viene fatto alle normative quadro di Basilea applicate a livello globale, prestando particolare attenzione ai tre pilastri di Basilea II e all’introduzione del metodo dei rating interni, IRB. In risposta alla grave crisi finanziaria, il Comitato ha ideato una nuova normativa denominata Basilea III per promuovere un settore bancario più sicuro attraverso regole più stringenti per quanto riguarda il capitale globale e le regole di liquidità. Recentemente il Comitato ha introdotto una riforma della normativa precedente (Basilea III) denominata Basilea IV. Questa riforma, la cui realizzazione era inizialmente prevista per il 2019, entrerà in vigore a partire dal 1 Gennaio 2022 modificando ulteriormente l’applicazione del metodo dei rating interni con l’IRB 2.0. Mi soffermerò in particolar modo su una tecnica innovativa da applicare su un campione di aziende di interesse per comprendere se quest’ultima potrà essere un punto focale per il calcolo del rating da parte delle banche. Avrò così modo di valutare l’adeguatezza di tale modello di scoring. it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Giovanni Facchin, 2020 it_IT
dc.title Metodi Innovativi per il credit rating it_IT
dc.title.alternative Metodi innovativi per il credit rating it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Economia e finanza it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Dipartimento di Economia it_IT
dc.description.academicyear 2018/2019, sessione straordinaria it_IT
dc.rights.accessrights openAccess it_IT
dc.thesis.matricno 988181 it_IT
dc.subject.miur SECS-P/06 ECONOMIA APPLICATA it_IT
dc.description.note it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.date.embargoend it_IT
dc.provenance.upload Giovanni Facchin (988181@stud.unive.it), 2020-02-16 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Antonella Basso (basso@unive.it), 2020-03-02 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record