Le relazioni tra Afghanistan e Cina tra mediazione politica e industria del petrolio (2001-2018)

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Samarani, Guido it_IT
dc.contributor.author Bedin, Maila <1994> it_IT
dc.date.accessioned 2019-02-15 it_IT
dc.date.accessioned 2019-06-11T08:41:04Z
dc.date.issued 2019-03-05 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/14284
dc.description.abstract Questa tesi verte sulle relazioni politiche ed economiche tra la Repubblica Islamica dell’Afghanistan e la Repubblica Popolare Cinese degli anni più recenti, dalla caduta del regime talebano in Afghanistan nel 2001 fino ai giorni nostri. Afghanistan e Cina possedevano dei legami diplomatici già a partire dagli Cinquanta, nel gennaio del 1955 venne firmato il primo accordo bilaterale. Prendendo in esame diverse fonti, la tesi mette in evidenza il carattere cinese dell’armonia, proprio dell’etica confuciana. Questo principio dell’armonia permette alla Cina di mantenere dei buoni rapporti con i vari soggetti, siano essi il governo afghano, i Talebani, altri Stati, o alcune organizzazioni internazionali. I rapporti presi in esame sono sia a livello diplomatico sia a livello commerciale. La tesi è suddivisa in tre capitoli. La prima sezione è introduttiva, riguarda la presentazione del Paese afghano e lo compara al Paese cinese secondo alcuni elementi geografici e storici. Vengono introdotti alcuni soggetti, come i Talebani, chi sono, come sono nati e quale è il loro ruolo. La seconda sezione riguarda la parte delle relazioni diplomatiche tra Afghanistan e Cina. Vengono presi in considerazione anche accordi, cooperazioni e opposizioni con altri soggetti, quali Pakistan, Russia, Stati Uniti e organizzazioni internazionali come NATO e SCO. La terza sezione è dedicata alle relazioni commerciali tra Afghanistan e Cina. All’inizio si parla dell’apertura della Cina al commercio mondiale, per scendere nel particolare di uno dei settori cinesi di maggior profitto, l’industria del petrolio, risorsa che si trova sia nei territori afghani, sia nella regione cinese dello Xinjiang. it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Maila Bedin, 2019 it_IT
dc.title Le relazioni tra Afghanistan e Cina tra mediazione politica e industria del petrolio (2001-2018) it_IT
dc.title.alternative Le relazioni tra Afghanistan e Cina tra mediazione politica e industria del petrolio (2001-2018) it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Lingue, economie e istituzioni dell'asia e dell'africa mediterranea it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Scuola in Studi Asiatici e Gestione Aziendale it_IT
dc.description.academicyear 2017/2018, sessione straordinaria it_IT
dc.rights.accessrights closedAccess it_IT
dc.thesis.matricno 845998 it_IT
dc.subject.miur L-OR/21 LINGUE E LETTERATURE DELLA CINA E DELL'ASIA SUD-ORIENTALE it_IT
dc.description.note Inserita anche l'introduzione in lingua cinese nella tesi. it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.subject.language CINESE it_IT
dc.date.embargoend 10000-01-01
dc.provenance.upload Maila Bedin (845998@stud.unive.it), 2019-02-15 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Guido Samarani (samarani@unive.it), 2019-03-04 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record