Classificazione di spettri colorimetrici tramite l'utilizzo di tecniche di apprendimento statistico.

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.advisor Ganzerla, Renzo it_IT
dc.contributor.author Umattino, Anna <1992> it_IT
dc.date.accessioned 2018-02-16 it_IT
dc.date.accessioned 2018-06-22T08:47:14Z
dc.date.issued 2018-03-23 it_IT
dc.identifier.uri http://hdl.handle.net/10579/12635
dc.description.abstract L'identificazione dei pigmenti contenuti all'interno delle pitture è un passaggio fondamentale nello studio di manufatti pittorici. Le tecniche più comunemente utilizzate a questo fine sono spesso costose e in parte utilizzano tecniche invasivo o distruttive. Lo spettrofotometro è uno strumento poco costoso, trasportabile, il quale raccoglie informazione in maniera non invasiva e molto veloce. In questo lavoro di tesi si sono impiegate tecniche di intelligenza artificiale per la classificazione e degli spettri colorimetrici e quindi l'identificazione del pigmento contenuto. I risultati ottenuti sono promettenti e suggeriscono che tale approccio può essere indagato più a fondo per lo sviluppo di uno strumento alla portata di ogni operatore del settore. it_IT
dc.language.iso it it_IT
dc.publisher Università Ca' Foscari Venezia it_IT
dc.rights © Anna Umattino, 2018 it_IT
dc.title Classificazione di spettri colorimetrici tramite l'utilizzo di tecniche di apprendimento statistico. it_IT
dc.title.alternative Classificazione di spettri colorimetrici tramite l'utilizzo di tecniche di apprendimento statistico. it_IT
dc.type Bachelor Thesis it_IT
dc.degree.name Scienze chimiche per la conservazione e il restauro it_IT
dc.degree.level Laurea magistrale it_IT
dc.degree.grantor Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica it_IT
dc.description.academicyear 2016/2017, sessione straordinaria it_IT
dc.rights.accessrights closedAccess it_IT
dc.thesis.matricno 843446 it_IT
dc.subject.miur CHIM/12 CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI it_IT
dc.description.note L'identificazione dei pigmenti contenuti all'interno delle pitture è un passaggio fondamentale nello studio di manufatti pittorici. Le tecniche più comunemente utilizzate a questo fine sono spesso costose e in parte utilizzano tecniche invasivo o distruttive. Lo spettrofotometro è uno strumento poco costoso, trasportabile, il quale raccoglie informazione in maniera non invasiva e molto veloce. In questo lavoro di tesi si sono impiegate tecniche di intelligenza artificiale per la classificazione e degli spettri colorimetrici e quindi l'identificazione del pigmento contenuto. I risultati ottenuti sono promettenti e suggeriscono che tale approccio può essere indagato più a fondo per lo sviluppo di uno strumento alla portata di ogni operatore del settore. it_IT
dc.degree.discipline it_IT
dc.contributor.co-advisor it_IT
dc.date.embargoend 10000-01-01
dc.provenance.upload Anna Umattino (843446@stud.unive.it), 2018-02-16 it_IT
dc.provenance.plagiarycheck Renzo Ganzerla (ganzer@unive.it), 2018-03-05 it_IT


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record